Bimbo di tre mesi morto al Monaldi: aperta un’inchiesta

Il piccolo Claudio è nato a gennaio con un problema cardiaco che richiedeva un intervento chirurgico. Queste cure, però, gli sono state somministrate mesi dopo: una catena di ritardi su cui la Procura di Napoli vuole fare chiarezza dopo la denuncia della famiglia del neonato, morto a 3 mesi e mezzo. L’inchiesta chiarirà se nella morte di Claudio ci siano responsabilità mediche.

La Procura di Napoli ha aperto un fascicolo per omicidio colposo in relazione alla morte del bimbo di tre mesi e mezzo avvenuta all’ospedale partenopeo Monaldi nella notte tra il 27 e 28 aprile.

Claudio, morto a tre mesi e mezzo al Monaldi: aperta un’inchiesta dalla Procura

L’indagine è stata aperta dopo la denuncia presentata dai genitori del bimbo, residenti a Cicciano e difesi dall’avvocato Federica Renna. Il neonato, secondo quanto riferito dai genitori, è nato il 10 gennaio scorso ma subito gli fu riscontrato un soffio al cuore, per il quale necessitava di cure immediate.

Dopo qualche giorno i genitori si sono recati al Monaldi di Napoli, dove gli specialisti del reparto di cardiologia neonatale hanno confermato la prima negativa diagnosi e la necessità di intervenire chirurgicamente. Ma l’operazione non è stata fatta nell’immediatezza, in quanto al Monaldi ad inizio anno non funzionavano al Reparto di Cardiologia neonatale nè la sala operatoria nè la rianimazione; una situazione che permane tuttora.

I genitori del piccolo sono andati al Monaldi tutte le settimane, fino a marzo, quando verso la fine del mese le condizioni di Claudio sono peggiorate e il piccolo è stato ricoverato per essere operato; purtroppo ha preso un’infezione e l’operazione è stata ulteriormente rinviata, ma lui è rimasto ricoverato nella terapia intensiva neonatale.

Finalmente Claudio, il 27 aprile, è stato operato, e sembra, a sentire i medici, che tutto fosse andato bene; ed invece dopo poche ore il piccolo, ricoverato nella Rianimazione per adulti, ha avuto una crisi respiratoria ed è morto. Una catena di ritardi dunque su cui ora la Procura vuole vederci anche se l’autopsia sul corpo del piccolo, a dieci giorni dalla morte, non è stata ancora effettuata.

SscNapoli

Luigi De Magistris: “Mi auguro resti a Napoli solo chi è orgoglioso di indossare la maglia azzurra!”

Nel corso della trasmissione “Calciomania” di Massimo D’Alessandro è...

Silvio Vieira: “Gyokeres è simile a Osimhen e ha voglia di vincere come Conte”

Nel corso della trasmissione “Calciomania” di Massimo D’Alessandro è...

Pierpaolo Marino: “L’arrivo di Antonio Conte è una svolta epocale per il Napoli!”

Nel corso della trasmissione “Calciomania” di Massimo D’Alessandro è...

L’autonomia differenziata è legge: insorge il Sud

Con l’approvazione alla Camera dei deputati, l’autonomia differenziata delle Regioni fortemente voluta dal ministro leghista Roberto Calderoli è diventata legge. Adesso le Regioni potranno...

Bruciano i Camaldoli: paura a Soccavo, Eremo evacuato

Arriva l’afa e porta il primo vasto incendio a Napoli. Ma l’anticiclone africano Minosse, che da mercoledì si è impadronito dell’Italia facendo schizzare la...

Pascale, teleassistenza a caregiver per medicazioni a casa

Chi si ammala di tumore non deve fare i conti soltanto con il dolore fisico e psicologico. Chi si ammala di tumore deve lottare...