Bloccata la sede della Leonardo, proteste in favore della Palestina

Le proteste contro il genocidio del popolo palestinese nella Striscia di Gaza si stanno mobilitando in tutta Italia. Questa mattina un gruppo di attivisti della “Rete Napoli della Palestina”, “Rete Studentesca per la Palestina” e del sindacato Si Cobas hanno bloccato l’accesso della sede della Leonardo, prima società italiana per la produzione bellica, situata a Bacoli, con striscioni e scritte in vernice  sui cancelli, accusando l’azienda e il governo italiano di essere complici dello sterminio del popolo palestinese per la fornitura di armi all’esercito di Israele.

“Leonardo macchina di morte: stop al genocidio, Free Palestine” recita uno striscione all’esterno dell’edificio. “Oggi siamo qui per dire chiaramente che il governo italiano e la Leonardo sono complici del genocidio del popolo palestinese- dichiarano gli attivisti in una nota- il rifornimento di armi da parte della prima azienda italiana per produzione bellica all’esercito di Nethanhyau rappresenta per noi un punto di non ritorno, è il momento delle azioni concrete contro i complici di questo sterminio”.

Le proteste proseguiranno alle 14:30 con un corteo che partirà da Piazza Garibaldi, nell’ambito di uno sciopero nazionale che convoglierà poi nella manifestazione di sabato 24 Febbraio a Milano. “Bloccare tutto, innanzitutto la produzione di armi, è una necessità” ribadiscono gli attivisti, di fronte alla sede della Leonardo “Dal 7 ottobre ad oggi sono più di 30.000 i palestinesi uccisi, di cui più di metà erano donne e bambini, il complice silenzio di mass-media e comunità internazionale circa il genocidio in corso non è più tollerabile” così hanno concluso.

SscNapoli

Giuseppe Cannella: “Il Napoli deve ripartire affidandosi all’allenatore giusto”

Nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di...

David Giubilato: “Napoli svuotato, senza reazione”

Nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di...

Amedeo Mangone: “Di Francesco ha grandi idee, merita una grande squadra”

Nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di...

Giovanni Marchese: “Conte è un allenatore duro, una volta venne al campo col megafono…”

Nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di...

Giuseppe Cannella: “Il Napoli deve ripartire affidandosi all’allenatore giusto”

Nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto il direttore Giuseppe Cannella: “De Laurentiis pensava che sostituire Spalletti fosse semplice....

David Giubilato: “Napoli svuotato, senza reazione”

Nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto David Giubilato: “Quest’anno il Napoli è stato caratterizzato da un concentrato di...

Bradisismo, trema ancora la terra in Campania

Il territorio dei Campi Flegrei trema ancora. Nelle ultime 24 ore sono state registrate ben 54 scosse di terremoto in tutta la zona Flegrea,...