Buoni libro, dopo un mese ecco i “pin” per gli acquisti

L’elenco degli studenti delle medie e superiori che hanno diritto ai buoni per l’acquisto dei libri è stato pubblicato sul sito internet del Comune di Napoli. Contemporaneamente, Palazzo San Giacomo ha rilasciato i pin da esibire in negozio per ritirare i testi. E attivato la procedura on line da rispettare nel caso chi si ritenga ingiustamente escluso dalla lista voglia presentare ricorso.

Il dado è tratto. Finalmente. A distanza di 50 giorni dalla ripresa delle lezioni (poco più di un mese e mezzo dalle vacanze di Natale) e di 35 giorni dalla data di scadenza fissata per le richieste (30 settembre, più di un mese), le operazioni di verifica sono state ultimate. Termina così anche il “supplizio” per 36.340 ragazzi napoletani (tante le istanze arrivate in Comune), costretti a studiare su fotocopie o altri supporti di fortuna in attesa dei buoni, da 110 a 275 euro a seconda della classe e del reddito Isee: un contributo a sostegno delle famiglie meno abbienti e, quindi, maggiormente colpite dal recente aumento del costo della vita, a Napoli tra i più alti in Italia, secondo dati diffusi dal centro studi della Cgia di Mestre.

L’amministrazione si è affrettata a comunicare sul suo sito internet e su tutti i suoi profili social l’attesissima notizia, che l’assessore comunale all’Istruzione Maura Striano aveva annunciato in anticipo all’approfondimento di Crc News con Marco Di Bello del 27 ottobre scorso. Non sono mancati i commenti, per lo più piccati, le frecciatine, gli sfottò, rivolti alla giunta del sindaco Gaetano Manfredi, che pure l’anno scorso si distinse per aver rilasciato le cedole digitali in ritardo: allora, addirittura, il 9 novembre.

Ma, basta: questa dovrebbe essere l’ultima volta che le cedole digitali arrivano dopo Ognissanti. “L’anno prossimo saranno erogate alla ripresa delle lezioni”, ha assicurato l’assessore Striano nello stesso intervento a Crc News del 27 ottobre. Incrociamo le dita.

Attenzione, infine: il pin può essere utilizzato soltanto negli esercizi autorizzati (l’elenco è presente sul sito internet del Comune) e va speso entro il 31 dicembre, non oltre. Il termine per il ricorso è invece il prossimo 14 novembre.

SscNapoli

Luigi De Magistris: “Mi auguro resti a Napoli solo chi è orgoglioso di indossare la maglia azzurra!”

Nel corso della trasmissione “Calciomania” di Massimo D’Alessandro è...

Silvio Vieira: “Gyokeres è simile a Osimhen e ha voglia di vincere come Conte”

Nel corso della trasmissione “Calciomania” di Massimo D’Alessandro è...

Pierpaolo Marino: “L’arrivo di Antonio Conte è una svolta epocale per il Napoli!”

Nel corso della trasmissione “Calciomania” di Massimo D’Alessandro è...

Investita e uccisa in mare a Napoli, al via l’esame autoptico

E' stato conferito e sta per prendere il via l'esame autoptico sulla salma di Cristina Frazzica, la ricercatrice 31enne deceduta dopo essere stata investita...

Le mani della camorra sull’ospedale San Giovanni Bosco

Il clan Contini controllava l’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli. È la conclusione cui è approdata l’inchiesta della Procura partenopea sfociata nel blitz dei...

Formazione, laureandi da tutto il mondo al Pascale

Stanno arrivando alla spicciolata dal 3 giugno, sono i primi 14 laureandi in medicina provenienti da ogni parte del mondo e che al Pascale...