Il Napoli2 delude al Maradona: solo pari con il Lecce

Nuova stagione, vecchi vizi. Il Napoli conserva le cattive abitudini. Come perdere punti preziosi contro le provinciali in casa. È successo di nuovo nel primo turno infrasettimanale del campionato di serie A. Che ha visto gli azzurri pareggiare 1-1 contro il Lecce, al termine di una prestazione deludente anche per Spalletti, duramente criticato dai tifosi, per aver schierato un undici iniziale con troppi nomi nuovi rispetto alla formazione titolare scesa in campo nelle prime tre giornate.

Ostigard, Olivera, Ndombelé, Politano, Raspadori, Elmas rimpiazzano Rrahmani, Mario Rui, Anguissa, Lobotka, Lozano, Kvaratskhelia. Forze fresche, che però non danno i risultati sperati. Anzi, il Lecce rischia addiritta di andare in vantaggio al 25’, quando per un fallo di Ndombelé in area su Di Francesco l’arbitro Marcenaro fischia il rigore. Sul dischetto va Colombo, che segna il primo penalty, poi ripetuto, e si fa parare il secondo. Esultano Meret e compagni. Che soltanto due minuti più tardi replicano andando in vantaggio con Elmas, bravo a farsi trovare nel posto giusto al momento giusto su un bel tiro-cross di Politano. La festa sugli spalti dura quattro giri di lancette: al 31’ il giovane Colombo s’inventa il gol della domenica con una gran botta dalla distanza, sulla quale nulla può l’estremo difensore dei partenopei.

Tutte qui le emozioni prima dell’intervallo, in cui Spalletti effettua due cambi. Fuori Raspadori e Ndombelé. Dentro Zielinksi e Lobotka, che cambiano subito il volto della squadra. Squadra che appare più determinata sin dall’inizio della ripresa e cresce ulteriormente con i successivi innesti di Kvaratskhelia e Lozano al posto di Elmas e Politano.

Fioccano le occasioni per il Napoli, che però non riesce a violare la porta difesa dal bravo Falcone. Neanche con l’aiuto di un pimpante Simeone, gettato nella mischia dal tecnico azzurro per far rifiatare uno stanco, e impreciso sotto porta, Osimhen.   

Al Maradona termina così, con un pareggio che i partenopei saranno chiamati a riscattare sabato prossimo, nell’anticipo serale in programma all’Olimpico contro la Lazio dell’ex Sarri, reduce dal pareggio esterno contro la Sampdoria e dalla vittoria interna contro l’Inter.

SscNapoli

Giuseppe Cannella: “Il Napoli deve ripartire affidandosi all’allenatore giusto”

Nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di...

David Giubilato: “Napoli svuotato, senza reazione”

Nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di...

Amedeo Mangone: “Di Francesco ha grandi idee, merita una grande squadra”

Nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di...

Giovanni Marchese: “Conte è un allenatore duro, una volta venne al campo col megafono…”

Nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di...

Giuseppe Cannella: “Il Napoli deve ripartire affidandosi all’allenatore giusto”

Nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto il direttore Giuseppe Cannella: “De Laurentiis pensava che sostituire Spalletti fosse semplice....

David Giubilato: “Napoli svuotato, senza reazione”

Nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto David Giubilato: “Quest’anno il Napoli è stato caratterizzato da un concentrato di...

Bradisismo, trema ancora la terra in Campania

Il territorio dei Campi Flegrei trema ancora. Nelle ultime 24 ore sono state registrate ben 54 scosse di terremoto in tutta la zona Flegrea,...