Luciano Moggi: “Giusta mossa prendere Calzona, in attesa di riavere Sarri…”

Nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Luciano Moggi:

“Era fin troppo evidente che De Laurentiis stava pensando a Sarri. E’ stata una mossa giusta quella di prendere Calzona, se avesse preso un altro allenatore doveva esonerare il terzo allenatore in un anno. Sarri non voleva alcun dirigente al suo fianco, il buon Tare che ha sempre tenuto i libri in ordine e tenuto alta la classifica, non andando d’accordo con Sarri, ha dato le dimissioni. Lotito vuole i risultati ed ha ragione anche perché gli erano stati assicurati e questo ha condizionato il cammino della Lazio per tutta la stagione e ora sono venute alla luce le magagne. Le dichiarazioni di Sarri danno dimostrazione di una sofferenza.

 

Calzona non ha sistemato il Napoli. Ha faticato a pareggiare col Cagliari, ha vinto a Reggio Emilia, ma guardate il Sassuolo in che condizioni è e poi ha vinto con la Juventus che però poteva vincere anche 4-1 col Napoli. Questo per dire che non è cambiato il Napoli, è in un sistema un pò particolare perchè vorrebbe fare, ma non riesce a fare quello che faceva l’anno scorso. Il centrocampo non fa filtro, la difesa fatica nell’uno contro uno per cui non è il Napoli dello scorso anno. Manca l’intensità a centrocampo ecco perchè la difesa fa fatica e le ripartenze dell’avversario sono deleterie per gli azzurri. C’è da sperare che le vittorie diano autostima, ma si sbaglia a pensare che il Napoli sia in ripresa solo guardando i risultati. Osimhen non è ancora in condizione, è vero che ha segnato, ma non è quello che assale la difesa avversaria. Non credo sia distratto dal mercato anche perchè più gioca bene e più guadagna.

 

E’ vero che la media gol è in linea con quella dello scorso anno, ma il gol col Cagliari e i 2 col Sassuolo non contano, credo non abbia la preparazione adeguata, l’ho visto male. Poi lui è uno caparbio, non si dà mai per vinto e ci prova sempre e gli fa onore, ma non lo vedo ancora in condizione.

Il Napoli non è da sottovalutare, è buona, ha bisogno di autostima. Lobotka ad esempio è la fotocopia di quello dell’anno scorso per cui si tratta di riacquisire fiducia e questa può arrivare attraverso le vittorie. La gara col Barcellona ci dirà se il Napoli sarà ripreso o meno”.

SscNapoli

Giuseppe Cannella: “Il Napoli deve ripartire affidandosi all’allenatore giusto”

Nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di...

David Giubilato: “Napoli svuotato, senza reazione”

Nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di...

Amedeo Mangone: “Di Francesco ha grandi idee, merita una grande squadra”

Nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di...

Giovanni Marchese: “Conte è un allenatore duro, una volta venne al campo col megafono…”

Nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di...

Giuseppe Cannella: “Il Napoli deve ripartire affidandosi all’allenatore giusto”

Nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto il direttore Giuseppe Cannella: “De Laurentiis pensava che sostituire Spalletti fosse semplice....

David Giubilato: “Napoli svuotato, senza reazione”

Nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto David Giubilato: “Quest’anno il Napoli è stato caratterizzato da un concentrato di...

Bradisismo, trema ancora la terra in Campania

Il territorio dei Campi Flegrei trema ancora. Nelle ultime 24 ore sono state registrate ben 54 scosse di terremoto in tutta la zona Flegrea,...