Napoli sfata il tabù Zini: poker contro la Cremonese

E sono otto. Otto vittorie di fila tra Champions League e campionato. Dove con quello contro la Cremonese il Napoli porta a cinque il bilancio delle vittorie consecutive.

Successo preziosissimo in casa dei grigiorossi. Per di più, il primo allo stadio Zini, in cui i partenopei non erano mai riusciti a conquistare i tre punti, neanche con un certo Maradona tra le proprie fila. Successo preziosissimo per il morale e per la classifica, che in virtù del pareggio tra Atalanta e Udinese vede adesso gli azzurri da soli al primo posto.

Continua dunque il sogno per la squadra di Spalletti, che contro l’undici di Alvini, chiama in causa Meret tra i pali; Di Lorenzo, Rrahmani, Kim e Mario Rui in difesa; Anguissa, Lobotka e Ndombelé a centrocampo; e in attacco Politano, Raspadori e Kvaratskhelia. Ma vicino a sbloccare il risultato ci va per primo Rrahmani, che dopo neppure due minuti ubriaca la retroguardia avversaria e batte sicuro a rete, vedendosi però negare dalla traversa la gioia del gol. È il preludio al vantaggio, che matura su rigore al 26’ dopo un fallo in area di Bianchetti su Kvaratskhelia. Sul dischetto si presenta Politano, che smarca Radu.

Lo 0-1 dovrebbe mettere la partita in discesa per il Napoli, ma la Cremonese non si scompone: rispetta il copione scritto da Alvini, mantenendo una solida organizzazione, e nella ripresa, dopo una doppia occasione fallita dai partenopei con Raspadori e Anguissa, viene premiata con il pareggio di Dessers al 47’.

L’1-1 sta stretto agli azzurri, che però non riescono a concretizzare le tante occasioni create, un po’ per demeriti propri, un po’ per meriti dell’attenta difesa grigiorossa e di un Radu in serata di grazia. Così Spalletti decide di giocare la carta Simeone. E proprio l’argentino, al 76’, riporta in vantaggio i suoi, timbrando il cartellino delle marcature di testa su cross di Mario Rui.

Dopo il 2-1, la Cremonese perde il controllo e il Napoli dilaga. Al 93’ Lozano cala il tris su assist del solito Kvaratskhelia. E al 95’ Olivera firma il poker, raccogliendo di testa il preciso traversone di Di Lorenzo e fissa il risultato sul definitivo 4-1.

Unica nota stonata del match l’infortunio muscolare all’82’ di Rrahmani, che con tutta probabilità sarà costretto a saltare la sfida di Champions con l’Ajax, in programma mercoledì alle 19 al Maradona.

 

SscNapoli

Luigi De Magistris: “Mi auguro resti a Napoli solo chi è orgoglioso di indossare la maglia azzurra!”

Nel corso della trasmissione “Calciomania” di Massimo D’Alessandro è...

Silvio Vieira: “Gyokeres è simile a Osimhen e ha voglia di vincere come Conte”

Nel corso della trasmissione “Calciomania” di Massimo D’Alessandro è...

Pierpaolo Marino: “L’arrivo di Antonio Conte è una svolta epocale per il Napoli!”

Nel corso della trasmissione “Calciomania” di Massimo D’Alessandro è...

Investita e uccisa in mare a Napoli, al via l’esame autoptico

E' stato conferito e sta per prendere il via l'esame autoptico sulla salma di Cristina Frazzica, la ricercatrice 31enne deceduta dopo essere stata investita...

Le mani della camorra sull’ospedale San Giovanni Bosco

Il clan Contini controllava l’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli. È la conclusione cui è approdata l’inchiesta della Procura partenopea sfociata nel blitz dei...

Formazione, laureandi da tutto il mondo al Pascale

Stanno arrivando alla spicciolata dal 3 giugno, sono i primi 14 laureandi in medicina provenienti da ogni parte del mondo e che al Pascale...