Nicola Gratteri: “La camorra usa i social per farsi pubblicità”

Il procuratore Capo di Napoli, Nicola Gratteri, è intervenuto a margine della conferenza stampa sul progetto “Sport e cultura per contrastare la povertà educativa e prevenire la criminalità” al Comune di Napoli. Il magistrato ha commentato la crescente popolarità della criminalità organizzata sui social: “”I social sono una tecnica utilizzata già qualche anno fa dai cartelli messicani e oggi vedo che la camorra li usa molto. Usano molti social per comunicare a tutti che sono tornati, noi siamo presenti, ci siamo già sui social”.

“I social da Facebook a Tik Tok sono usati dalle mafie. I cartelli messicani cominciarono anni fa e organizzano ancora oggi l’importazione e vendita della cocaina- ha dichiarato Gratteri – In Italia usano Fb per comunicare, sfidarsi tra clan camorristici, usano i social per farsi pubblicità. Le mafie nel passato spesso erano narrate come strutture chiuse e segrete, ma non è così: hanno avuto sempre bisogno di essere viste come modelli vincenti, lo facevano comprando club di calcio e facendo vedere che allo stadio il sindaco si sedeva vicino a loro, oppure ristrutturavano una chiesa”.

Il Procuratore ha rivolto anche un appello ai giovani che vivono nei quartieri difficili: “Oggi, invece, sui social si fanno vedere con l’orologio d’oro, il suv per dire ai giovani ‘tu che mi vedi e che ti muori di fame vieni con noi, siamo un modello vincente’. Questo è il messaggio che mandano ai giovani oggi. Chi vive oggi nei quartieri difficili e non ha nulla se non viene ben seguito dalla famiglia, diventa in balia della camorra. E prima o poi ci casca, perché un sabato sera vede il nipote del camorrista vivere quella vita da ricchi. Alla fine il ragazzo dice ok, ti porto la droga a Roma, oppure faccio il palo. Intervenire per noi vuol dire dimostrare che non conviene delinquere. Dobbiamo dimostrare loro che un idraulico, un elettricista guadagna quanto un camorrista” ha concluso così il suo intervento in sala.

SscNapoli

Giuseppe Cannella: “Il Napoli deve ripartire affidandosi all’allenatore giusto”

Nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di...

David Giubilato: “Napoli svuotato, senza reazione”

Nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di...

Amedeo Mangone: “Di Francesco ha grandi idee, merita una grande squadra”

Nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di...

Giovanni Marchese: “Conte è un allenatore duro, una volta venne al campo col megafono…”

Nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di...

Giuseppe Cannella: “Il Napoli deve ripartire affidandosi all’allenatore giusto”

Nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto il direttore Giuseppe Cannella: “De Laurentiis pensava che sostituire Spalletti fosse semplice....

David Giubilato: “Napoli svuotato, senza reazione”

Nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto David Giubilato: “Quest’anno il Napoli è stato caratterizzato da un concentrato di...

Bradisismo, trema ancora la terra in Campania

Il territorio dei Campi Flegrei trema ancora. Nelle ultime 24 ore sono state registrate ben 54 scosse di terremoto in tutta la zona Flegrea,...