Pecci, industriali Napoli: Sud non congeniale a imprese

È tutto racchiuso in una frase sola il pensiero del presidente dell’Unione industriali di Napoli, Costanzo Iannotti Pecci: “Il Sud non è un ambiente congeniale alle imprese”. Atto di accusa contro la classe politica che amministra le istituzioni nelle regioni meridionali. Nove parole pronunciate senza reticenze a margine di un convegno proprio sul ruolo del Mezzogiorno nello sviluppo dell’Italia. Un’Italia ancora profondamente spaccata in due. Da un lato il Centro-Nord, dove “quando un imprenditore si insedia in un’area di sviluppo industriale già trova energia, acqua, metano, strade e fognature – sottolinea Jannotti Pecci – mentre al Sud queste aree sono allocate in zone abbandonate a se stesse, con infrastrutture e servizi mal funzionanti”. Di qui il teorema del numero uno dell’Unione partenopea: “La crescita è la missione di qualunque imprenditore, ma purtroppo al Sud non esiste un ambiente congeniale allo sviluppo delle imprese, per questo tanti meridionali hanno preferito investire al Nord o all’estero, continuando ad avere al Sud il centro decisionale, ma altrove i propri impianti produttivi”. I colpevoli? “Gli assetti istituzionali e la burocrazia”: è categorico Jannotti Pecci, che imputa a questi anche la fuga di cervelli. “Come pensare che un ragazzo che si è formato bene per i sacrifici delle famiglie, conosce le lingue e la digitalizzazione, poi deve fare il giro delle sette chiese per trovare lavoro al Sud? È chiaro che va al Nord o all’estero – osserva il numero uno degli industriali napoletani – Mettere un giovane in condizioni di lavorare bene è prioritario”, ma nel Mezzogiorno queste condizioni non esistono per colpa “della burocrazia e dell’apparato istituzionale”, incapaci, secondo Jannotti Pecci, “di utilizzare bene le risorse con cui si dovrebbero creare occasioni di lavoro qualificato per i nostri giovani. Se non creiamo un ambiente in grado di offrire un lavoro vero e non occasionale – conclude il presidente dell’Unione partenopea – è inevitabile che l’emigrazione continui e, anzi, si rafforzi e si amplii”.

SscNapoli

Luigi De Magistris: “Mi auguro resti a Napoli solo chi è orgoglioso di indossare la maglia azzurra!”

Nel corso della trasmissione “Calciomania” di Massimo D’Alessandro è...

Silvio Vieira: “Gyokeres è simile a Osimhen e ha voglia di vincere come Conte”

Nel corso della trasmissione “Calciomania” di Massimo D’Alessandro è...

Pierpaolo Marino: “L’arrivo di Antonio Conte è una svolta epocale per il Napoli!”

Nel corso della trasmissione “Calciomania” di Massimo D’Alessandro è...

Investita e uccisa in mare a Napoli, al via l’esame autoptico

E' stato conferito e sta per prendere il via l'esame autoptico sulla salma di Cristina Frazzica, la ricercatrice 31enne deceduta dopo essere stata investita...

Le mani della camorra sull’ospedale San Giovanni Bosco

Il clan Contini controllava l’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli. È la conclusione cui è approdata l’inchiesta della Procura partenopea sfociata nel blitz dei...

Formazione, laureandi da tutto il mondo al Pascale

Stanno arrivando alla spicciolata dal 3 giugno, sono i primi 14 laureandi in medicina provenienti da ogni parte del mondo e che al Pascale...