Primo maggio, Decreto Lavoro: aumento degli stipendi e addio al RdC

Decreto Lavoro, per il Primo maggio il Consiglio dei Ministri ha discusso dei provvedimenti che l’Esecutivo ha intenzione di mettere in atto a partire da questo mese. Uno dei temi di maggiore interesse è sicuramente la discussione in merito all’aumento degli stupendi.

Matteo Salvini, ministro dei Trasporti e leader della Lega, ha scritto in merito su Twitter: “Approvato al Consiglio dei Ministri del #PrimoMaggio: aumenti dagli 80 ai 100 euro mensili in busta paga fino a dicembre. Dalla sinistra e dai sindacati del NO le solite polemiche e i soliti cortei (con fantocci, insulti e bandiere bruciate), dalla Lega e dal centrodestra al governo taglio di tasse e aumento degli stipendi per milioni di lavoratrici e lavoratori“.

Per sostenere l’aumento dello stipendio in busta paga l’intenzione è di utilizzare lo strumento del cuneo fiscale con un ulteriore taglio delle tasse sul lavoro. L’aumento medio mensile potrebbe oscillare tra 80 e 100 euro in busta paga. Il taglio al cuneo fiscale e contributivo salirà di ulteriori quattro punti per i lavoratori con retribuzioni lorde fino a 35mila euro.

Il taglio del cuneo fiscale entrerà in vigore dal mese di maggio e sarà una tantum. Il risparmio, però, non si riverserà totalmente sull’importo netto. Il minore esborso di contributi, infatti, farà in modo che la base imponibile su cui viene calcolata l’Irpef aumenti.

Con l’approvazione del Decreto Lavoro si dice addio anche al Reddito di Cittadinanza: due nuove misure lo sostituiranno. L’assegno di inclusione per un massimo di 500 euro al mese per i nuclei familiari con minori, over 60 o disabili a carico e lo strumento di attivazione, 350 euro al mese per gli “occupabili” che dovranno recarsi presso i centri per l’impiego e partecipare ad attività formative.

 

SscNapoli

Giuseppe Cannella: “Il Napoli deve ripartire affidandosi all’allenatore giusto”

Nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di...

David Giubilato: “Napoli svuotato, senza reazione”

Nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di...

Amedeo Mangone: “Di Francesco ha grandi idee, merita una grande squadra”

Nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di...

Giovanni Marchese: “Conte è un allenatore duro, una volta venne al campo col megafono…”

Nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di...

Giuseppe Cannella: “Il Napoli deve ripartire affidandosi all’allenatore giusto”

Nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto il direttore Giuseppe Cannella: “De Laurentiis pensava che sostituire Spalletti fosse semplice....

David Giubilato: “Napoli svuotato, senza reazione”

Nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto David Giubilato: “Quest’anno il Napoli è stato caratterizzato da un concentrato di...

Bradisismo, trema ancora la terra in Campania

Il territorio dei Campi Flegrei trema ancora. Nelle ultime 24 ore sono state registrate ben 54 scosse di terremoto in tutta la zona Flegrea,...