Roberto Insigne: “Lo scudetto del Napoli festeggiato nello spogliatoio del Frosinone”

A Radio Crc nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Roberto Insigne, attaccante del Frosinone:

“Siamo molto contenti, abbiamo festeggiato abbastanza la promozione, ma adesso stiamo pensando già alla gara col Genoa perché sarà un’altra battaglia. Quando si fanno le cose giuste, con voglia e professionalità possono arrivare tante cose importanti. Per lo scudetto del Napoli invece sto vivendo delle emozioni indescrivibili, mi dispiace solo che mio fratello non ha potuto godere da protagonista questa vittoria, ma è l’uomo più felice del mondo. Ha provato per anni a portare qualcosa di importante a Napoli, ma è ugualmente felicissimo per questo traguardo. Lui, io e tutta la mia famiglia lo siamo. 

Anche festeggiare a Napoli sarebbe stato importante per Lorenzo essendo napoletano, tifoso del Napoli e invece è così lontano ed ha vissuto questa vittoria solo con immagini e video. Alla conquista dello scudetto, abbiamo festeggiato nello spogliatoio del Frosinone io e Borrelli che siamo due napoletani.

Dopo Udine poi, ci siamo presentati con la maglia del Napoli e abbiamo ascoltato la canzone di Nino D’Angelo. Ho girato tante squadre e tanti spogliatoi e mi sono trovato sempre bene, ma devo ammettere che lo spogliatoio del Frosinone è diverso, è meraviglioso.

Oggi è il mio compleanno e ieri ho festeggiato con tutta la squadra: una festa bellissima, ci siamo divertiti molto. Questo gruppo è fantastico. 

Grosso? Ho avuto anche Inzaghi come campione del Mondo, ma Grosso mi ha fatto capire tante cose. E’ giovane e preparato e il suo staff lo aiuta tantissimo. E’ bravo molto più con le parole che con i fatti: lui c’è sempre. 

Aver segnato gol al Napoli? Da professionista ero il ragazzo più felice del mondo perché chi ama il calcio sogna di giocare in serie A.

Da napoletano poi avevo due sogni: indossare la maglia del Napoli e giocare in serie A. 

Il mio futuro? Ho un altro anno di contratto, la mia volontà è quella restare qui a Frosinone, ma non so cosa accadrà.

Napoli rimpianto Champions? Quest’anno poteva fare benissimo anche in Champions. E’ stato commesso qualche errore, ma spero che l’anno prossimo si possa andare ancora più in alto. Ad oggi il Napoli non ha nulla da invidiare a nessuno, come città e come squadra”. 

SscNapoli

Luigi De Magistris: “Mi auguro resti a Napoli solo chi è orgoglioso di indossare la maglia azzurra!”

Nel corso della trasmissione “Calciomania” di Massimo D’Alessandro è...

Silvio Vieira: “Gyokeres è simile a Osimhen e ha voglia di vincere come Conte”

Nel corso della trasmissione “Calciomania” di Massimo D’Alessandro è...

Pierpaolo Marino: “L’arrivo di Antonio Conte è una svolta epocale per il Napoli!”

Nel corso della trasmissione “Calciomania” di Massimo D’Alessandro è...

Formazione, laureandi da tutto il mondo al Pascale

Stanno arrivando alla spicciolata dal 3 giugno, sono i primi 14 laureandi in medicina provenienti da ogni parte del mondo e che al Pascale...

In fin di vita il giovane pugnalato, fermato un sedicenne

Ha soltanto 16 anni ed è incensurato il presunto responsabile del ferimento del ventenne di Tufino, accoltellato nella notte tra domenica e lunedì in...

Europee: in Campania Pd primo partito, seguono Fdi e M5s

A spoglio quasi concluso nei territori del Sud (14.990 sezioni scrutinate su 14.992), il primato delle Europee va al Partito democratico, che si attesta...