Mandragora, aumenta il bilancio degli intossicati

Sale a dieci il numero delle persone finite in ospedale per aver mangiato mandragora. Una di queste, un uomo di 46 anni, è ancora gravissima al San Giuliano di Giugliano, dove è ricoverata nel reparto di rianimazione per una polmonite provocata dal vomito. La pianta, non edibile e velenosa, è arrivata nel Centro agroalimentare di Volla dall’Abruzzo, poi è stata distribuita in negozi del Napoletano, in particolare dell’area flegrea, e per sbaglio esposta sui banchi delle verdure come spinaci o biete, con cui la mandragora è facilmente confondibile. Le prime intossicazioni si sono registrate a Quarto e Monte di Procida e subito sono stati allertati i carabinieri del Nas. I quali, dopo accertamenti, hanno individuato i lotti sospetti e ne hanno ordinato il ritiro dal mercato e la distruzione. Intanto, dai comuni di Napoli e Pozzuoli arriva la raccomandazione a non mangiare spinaci freschi. Mentre l’Asl di Caserta consiglia di evitare il consumo di verdure a foglia larga acquistate nelle ultime 48 ore.

SscNapoli

Luigi De Magistris: “Mi auguro resti a Napoli solo chi è orgoglioso di indossare la maglia azzurra!”

Nel corso della trasmissione “Calciomania” di Massimo D’Alessandro è...

Silvio Vieira: “Gyokeres è simile a Osimhen e ha voglia di vincere come Conte”

Nel corso della trasmissione “Calciomania” di Massimo D’Alessandro è...

Pierpaolo Marino: “L’arrivo di Antonio Conte è una svolta epocale per il Napoli!”

Nel corso della trasmissione “Calciomania” di Massimo D’Alessandro è...

L’autonomia differenziata è legge: insorge il Sud

Con l’approvazione alla Camera dei deputati, l’autonomia differenziata delle Regioni fortemente voluta dal ministro leghista Roberto Calderoli è diventata legge. Adesso le Regioni potranno...

Bruciano i Camaldoli: paura a Soccavo, Eremo evacuato

Arriva l’afa e porta il primo vasto incendio a Napoli. Ma l’anticiclone africano Minosse, che da mercoledì si è impadronito dell’Italia facendo schizzare la...

Pascale, teleassistenza a caregiver per medicazioni a casa

Chi si ammala di tumore non deve fare i conti soltanto con il dolore fisico e psicologico. Chi si ammala di tumore deve lottare...