Pancakes, come farli buonissimi e per tutti i palati

Da un po’ di anni, complici film e serie televisive americane, i pancakes sono diventati protagonisti indiscussi delle colazioni degli italiani. Tanto che le grandi industrie e i brand di prodotti dolciari si sono dovuti attrezzare, proponendo i loro panckes confezionati. Ma la versione migliore, e anche la più genuina, resta quella casalinga, che può diventare anche un’occasione di gioco con i più piccini e un bel modo per dare sfogo a tutta la propria fantasia ai fornelli. Qui vi propongo la mia ricetta.

Per 7/8 pancakes: 100 gr. farina; 70 gr. di latte; 40 gr. di zucchero; 1 uovo intero; un cucchiaino di lievito per dolci; una bustina di vanillina; mezza fiala di aromatizzante alla vaniglia. E qui viene il bello, perché potete sbizzarrire la vostra originalità, sostituendo l’aroma alla vaniglia con quello alla mandorla, all’arancio, o al limone.

Niente panico: trovate le fiale aromatizzanti in tutti i supermercati forniti. E se vi prende “la voglia di qualcosa di buono alle undici della sera” e il “super” sotto casa è chiuso, potete sempre utilizzare poche gocce del mezzo limone rimasto in frigo.

Mescolate tutti gli ingredienti con una frusta a mano, cercando di non rendere troppo liquido il composto (perciò, particolare attenzione a regolare di latte).
Tirate fuori dalla dispensa una padella di pochi centimetri di diametro, imburratela e mettete su fuoco lentissimo. Armatevi di mestolo (anche questo, possibilmente, piccolo) e di spatola quadrata, tipo quella che utilizzate per tagliare le fette di torta.
Ultimo step: prendete un mestolino di composto, versatelo nella padella a mo’ di cerchio e attendete fiduciosi fino a che non vedrete comparire le bolle sulla base del pancake, segno che dovete girarlo per farlo cuocere dall’altro lato.
Quando il pancake sarà cotto e dorato al punto giusto, potrete levarlo dalla padella.
The best is yet to come. Quando avrete disposto tutti i pancakes a raggiera su un piatto da portata, ultimate con il tocco dell’artista: conditeli come più vi piace. Che sia con il classico sciroppo d’acero della ricetta originale, con la Nutella, la crema al pistacchio, o semplicemente con una spolverata di zucchero a velo, sarà comunque sempre un tripudio di gusto. La mia combo preferita, e che vi suggerisco di provare almeno una volta nella vita è burro di arachidi e marmellata di fragole. Provate e fatemi sapere.
Per accontentare familiari e amici celiaci o intolleranti, ricordatevi di utilizzare ingredienti senza glutine e senza lattosio. Troverete in commercio anche il lievito apposito.
Colonna sonora consigliata in cucina: James Brown e la sua Living in America. Enjoy.

SscNapoli

Luigi De Magistris: “Mi auguro resti a Napoli solo chi è orgoglioso di indossare la maglia azzurra!”

Nel corso della trasmissione “Calciomania” di Massimo D’Alessandro è...

Silvio Vieira: “Gyokeres è simile a Osimhen e ha voglia di vincere come Conte”

Nel corso della trasmissione “Calciomania” di Massimo D’Alessandro è...

Pierpaolo Marino: “L’arrivo di Antonio Conte è una svolta epocale per il Napoli!”

Nel corso della trasmissione “Calciomania” di Massimo D’Alessandro è...

Investita e uccisa in mare a Napoli, al via l’esame autoptico

E' stato conferito e sta per prendere il via l'esame autoptico sulla salma di Cristina Frazzica, la ricercatrice 31enne deceduta dopo essere stata investita...

Le mani della camorra sull’ospedale San Giovanni Bosco

Il clan Contini controllava l’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli. È la conclusione cui è approdata l’inchiesta della Procura partenopea sfociata nel blitz dei...

Formazione, laureandi da tutto il mondo al Pascale

Stanno arrivando alla spicciolata dal 3 giugno, sono i primi 14 laureandi in medicina provenienti da ogni parte del mondo e che al Pascale...