Tangente da 30mila euro per “alleggerire” indagine, due arresti

Sono finiti in arresto e a loro sono stati sequestrati 27.400 euro appena ricevuti per una tentata truffa ai danni di un imprenditore napoletano. Si tratta di un architetto affermato e un finto funzionario della Dia. L’indagine, diretta dalla Procura di Napoli Nord e affidata alla Guardia di Finanza, ha accertato che i due avevano richiesto una tangente di circa 30mila euro per intercedere a suo favore in una presunta indagine.

I militari hanno inoltre accertato che l’architetto, in rapporti commerciali con un imprenditore al lavoro nel settore dei materiali edili, approfittando del legame fiduciario, dopo avergli comunicato l’asserito coinvolgimento in una complessa attività di indagine concernente false fatture effettuata dall’Antimafia, gli prospettava la possibilità di trovare una soluzione rispetto alla propria posizione, con l’intervento di un pezzo grosso della Dia.

SscNapoli

Bianchini: «Napoli Summer Pass disponibile su OneFootball fino a venerdì»

Oggi a Crc, nel corso della trasmissione In ritiro...

Luigi De Magistris: “Mi auguro resti a Napoli solo chi è orgoglioso di indossare la maglia azzurra!”

Nel corso della trasmissione “Calciomania” di Massimo D’Alessandro è...

Silvio Vieira: “Gyokeres è simile a Osimhen e ha voglia di vincere come Conte”

Nel corso della trasmissione “Calciomania” di Massimo D’Alessandro è...

Bianchini: «Napoli Summer Pass disponibile su OneFootball fino a venerdì»

Oggi a Crc, nel corso della trasmissione In ritiro con te di Marco Giordano e Umberto Chiariello, è intervenuto il chief revenue officer della...

Tragedia in Irpinia, quattro giovani vittime di un incidente stradale

Un grave incidente stradale si è verificato poco dopo la mezzanotte della notte scorsa sulla SS 90 di Via Nazionale delle Puglie nel territorio...

Rissa violenta nel napoletano, 15enne ferito gravemente

Un 15enne è stato ferito gravemente da un suo coetaneo poco dopo le 23 di ieri. La scena è avvenuta in via Aldo Moro,...