Week end di sangue, è allarme baby gang

Quattro accoltellati in poco più di tre giorni tra il centro e la periferia di Napoli: due tredicenni, un quattordicenne e un venticinquenne. Se si aggiunge anche una stesa di camorra nelle vicinanze del liceo classico Umberto I tra la folla della movida del sabato sera e una sassaiola contro un autobus di linea a Torre Annunziata, viene naturale parlare di allarme baby gang. Giovanna Mazzone, presidente della I Municipalità (Chiaia-San Ferdinando-Posillipo) chiede un rafforzamento della presenza delle forze dell’ordine sul territorio.

Annalisa Cimino, segretario generale del Siulp Napoli, il Sindacato unitario lavoratori di polizia, replica che le forze dell’ordine sono sottodimensionate.

Per Mario Morcone, assessore regionale alla Sicurezza, gli organi di polizia fanno già la loro parte e anche scuola e famiglia devono farla.

Radicale Maria Luisa Iavarone, presidente dell’associazione Artur, secondo cui andrebbe tolta la patria potestà a quei genitori organici alla criminalità organizzata o conniventi con essa.

SscNapoli

Luigi De Magistris: “Mi auguro resti a Napoli solo chi è orgoglioso di indossare la maglia azzurra!”

Nel corso della trasmissione “Calciomania” di Massimo D’Alessandro è...

Silvio Vieira: “Gyokeres è simile a Osimhen e ha voglia di vincere come Conte”

Nel corso della trasmissione “Calciomania” di Massimo D’Alessandro è...

Pierpaolo Marino: “L’arrivo di Antonio Conte è una svolta epocale per il Napoli!”

Nel corso della trasmissione “Calciomania” di Massimo D’Alessandro è...

L’autonomia differenziata è legge: insorge il Sud

Con l’approvazione alla Camera dei deputati, l’autonomia differenziata delle Regioni fortemente voluta dal ministro leghista Roberto Calderoli è diventata legge. Adesso le Regioni potranno...

Bruciano i Camaldoli: paura a Soccavo, Eremo evacuato

Arriva l’afa e porta il primo vasto incendio a Napoli. Ma l’anticiclone africano Minosse, che da mercoledì si è impadronito dell’Italia facendo schizzare la...

Pascale, teleassistenza a caregiver per medicazioni a casa

Chi si ammala di tumore non deve fare i conti soltanto con il dolore fisico e psicologico. Chi si ammala di tumore deve lottare...